Lecce2019: Grandi opportunità e occasioni perse.

Vogliamo introdurre l'argomento con un immagine molto significativa. Rappresenta quello che tra 10/15 anni sarà definito un momento storico per la città, comunque vadano le cose, nel bene o nel male. Questa folta schiera di persone che vedi nella foto, sono state definite i pionieri, coloro che hanno dato un impulso a Lecce e a tutto il territorio salentino per crescere e svilupparsi.

 Comitato Promotore Lecce Capitale europea 2019

Un occasione persa

Quello di ieri, 28 Luglio 2014, è stato il primo Forum dei sostenitori della candidatura di Lecce a Capitale europea della Cultura 2019, svoltosi nell'Ex Convento dei Teatini nel cuore del centro storico della città. Il Comitato Promotore che si è istituito per l'occasione avrebbe dovuto eleggere due figure, uno per gli enti pubblici e uno per i privati, che sarebbero state le rappresentanti delle parti in questione all'interno della Fondazione che dovrà costituirsi ad Ottobre una volta (si spera incrociando le dita) proclamata la città vincitrice. 
Abbiamo usato il condizionale perché purtroppo, se per la votazione del rappresentante degli enti pubblici non c'è stata nessuna fatica, (un solo candidato proclamato all'unanimità) per colui che dovrà farsi portavoce e non solo, di tutte le realtà private della comunità locale, ci sono state alcune dinamiche che hanno portato ad una serie di fumate nere, nonostante il quasi schiacciante divario di voti tra i candidati. (Per la cronaca, inizialmente 18 e poi scremati a 3) Un po' per questioni matematiche, per le quali non si è riuscito a raggigungere il quorum e un po' vuoi per alcune manovre, per loro natura, più consone ad un ambiente politico, l'elezione del rappresentante è stata rimandata
E' stata un occasione persa, non tanto per la mancata proclamazione di uno o dell'altro candidato, ma per il non saper sfruttare il momento; per l'essere pionieri anche in questo ambito civico e sociale, creando un atto di condivisione, partecipazione e soprattutto cooperazione. Questa è probabilmente l'unica pecca di un giorno che potrebbe rimanere nella storia della città di Lecce e tutta la sua provincia. Si sarebbero potute mettere da parte le vecchie metodologie e regalare al territorio e alle sue future generazioni un ulteriore motivo di orgoglio e fregio. 

#NoisiamoLecce2019 - Una grande opportunità per Lecce e il Salento.

Queste piccole situazioni di mancata "CooDemocrazia" (Vorrei coniare questo nuovo termine) non devono però, distogliere l'attenzione da quella che è la reale forza di questa iniziativa nata circa un anno fa. Con questa candidatura si sta alimentando un processo di cambiamento culturale e sociale per tutti i cittadini del territorio e si crede questo influenzi anche le dinamiche politico-economiche, portando maggiormente, gli attori locali, a intraprendere un percorso di rinnovamento e sviluppo. In questo periodo di candidatura per merito di tutto lo staff di Lecce2019, capitanato da Airan Berg, sono nate centinaia di iniziative e progetti a supporto che hanno determinato, insieme al processo di partecipazione dal basso della cittadinanza, il passaggio alla seconda fase come una delle 6 finaliste insieme a Ravenna, Perugia, Cagliari, Matera e Siena. 

 Lecce2019 Capitale europea della Cultura - #Noisiamolecce2019

 

Il nostro progetto a sostegno di Lecce2019

CooBurn ha seguito la candidatura fin dalle primissime fasi, ne abbiamo esaltato le potenzialità in numerosi post sui Social Media e sulla nostra pagina ufficiale, abbiamo partecipato ai primi LUAC dell'inverso scorso, i laboratori urbani per la progettazione partecipata delle iniziativa a beneficio del territorio e partecipando e facendoci i primi promotori di numerose altre iniziative correlate. Ma ancora non ci eravamo adoperati nell'intraprendere una nostra personale iniziativa. La primavera però ci è stata propizia e ha fatto in modo che anche nel nostro "giardino" sbocciassero delle idee. 
Il 1° Giugno 2014, dopo una fase di progettazione con i nostri carissimi partner di SurfinSalento è nata così l'iniziativa di "Tutti A Mare" ...ti ricordi questo articolo
Tutti a Mare il bollettino di SurfinSalento
Grazie alla partnership con coloro che hanno la forza di essere la prima realtà nel Salento per ciò che rigurada il loro ambiente, intendiamo alimentare il processo di destagionalizzazione delle strutture turistiche che basano, sull’elemento “mare”, le loro attività. Più che una nostra volontà è una forte esigenza che il territorio e la comunità locale richiedono. Vogliamo perciò far leva sulla cultura e pratica sportiva, nello specifico i cosiddetti “Sport da Tavola”, per valorizzare le marine e le attività della provincia di Lecce e incrementare i flussi turistici oltre il periodo estivo. Un vero e proprio percorso che è stato intrapreso per offrire all’utente e alle realtà locali un reale beneficio in termini d’informazione, accessibilità e supporto.

Stiamo praticamente cercando di costruire un futuro dove attività turistiche, parti sociali e comunità locale creino un "NETWORK" e facciano impresa tra esse offrendo così l'opportunità di un servizio internazionale e digitalizzato.

E voi, cosa vedete nel futuro del #Salento?

 

 

di Antonio De Lorenzis
Antonio De Lorenzis CooBurn - responsabile comunicazione e marketing 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Top