L'evoluzione di Google: non solo un motore di ricerca.

Il contenuto è tratto e sintetizzato dal libro di Francesco De Nobili e dalla mia lettura sono scaturite molte considerazioni…che però vi svelerò un po’ alla volta…capitolo per capitolo. Nel primo si parla di Comunicazione e Marketing Online e più nello specifico viene trattato l'argomento degli Iperlink che sovvertono le gerarchie e di come negli anni Google abbia limitato i furbetti e coloro che si avvantaggiavano come . 

Grazie ai motori di ricerca non sempre si raggiunge l’Home Page del sito. Diventa fondamentale, allora, curare testi e architettura del sito.
Esistono due modi diversi per dare visibilità alla pagina di un Sito Web
1. Pubblicità a pagamento (Google Adwords);
2. Tecniche SEO.
Il motore di ricerca utilizza database, software algortimi matematici che gli permettono di trovare informazioni sul Web legate alla parole chiave che ha inserito l’utente.

GOOGLE SI E’ AFFERMATO PER LA QUALITA’ DEL SUO MIX DI STRUMENTI CHE UTILIZZA

Nello specifico, tali strumenti sono:
Spider - Un programma che analizza gli indirizzi delle pagine web e integra le categorie presenti nei database, raccoglie e memorizza le informazioni da utilizzare per il motore di ricerca (lo Spider di Google si chiama Googlebot). Per facilitare il lavoro dello Spider è opportuno inviare a Google la Sitemap del proprio sito.
La Sitemap è la mappa del sito (in file XML) che facilita ai motori di ricerca la scansione del sito, favorendo l’indicizzazione. Una volta indicizzato il sito (Sitemap) occorre lavorare per il Posizionamento, ovvero per la collocazione all’interno della pagina dei risultati di ricerca (SERP) in base alle parole chiavi ad esso collegate.
Algoritmo - Oltre allo Spider, entra in gioco quest’altra componente fondamentale del motore di ricerca.  
I principali fattori che influenzano perciò il posizionamento si suddividono in:
OnPage: cioè riguardano le caratteristiche tecniche delle pagine del sito web
OffPage: rientrano tutte caratteristiche che derivano da attività effettuate all’esterno del sito.
Nello specifico parliamo di On Page per l'ottimizzazione delle parole chiave nei tag HTML in particolare i tag title e il meta tag description; di ottimizzazione dei tag di intestazione; utilizzo di URL “parlanti” e della densità delle parole chiave nei contenuti.

Per quanto riguarda Off Page ci si riferisce al Numero e qualità dei backlink; utilizzo di Landing Page; article marketing e comunicati stampa, interviste sul proprio sito con altri blogger o siti web dello stesso argomento e infine ma non per ultimo d'importanza (anzi) Social media marketing.

Google: i primi trucchi e le tecniche moderne.

L’algoritmo di Google, ha subito molte modifiche, un’evoluzione quasi continua volta a “smascherare” eventuali furbetti e a premiare chi rispetta le “regole”.
Nel 2003 gli algoritmi Dance e Florida colpirono i siti web che utilizzavano la tecnica di keyword stuffing, cioè la ripetizione innaturale di parole chiave all’interno di una pagina web.
Nel 2004 Austin penalizzò le tecniche di Black Hat SEO (nascondere le parole chiavi all’interno delle pag. web es. utilizzando lo stesso colore dello sfondo della pagina)
Era il 2005 quando il No Follow indicava al motore di ricerca quale link non indicizzare. La vera rivoluzione fu Local Maps che incise sui risultati di ricerca in funzione e in relazione alla localizzazione.
Da questo momento in poi si inizia a parlare del LOCAL SEO.
Nel 2007 fu introdotto l’ Universal Search grazie alla quale Google aggiunse nei risultati di ricerca :
Notizie, Immagini, Video.
Nel 2008 Google inserì nel box di ricerca dei suggerimenti in tempo reale mentre l’utente digita la parola ricercata.
Nel 2009 Caffeine permetteva di accelerare l’indicizzazione e il posizionamento quasi in tempo reale. Da questo momento in poi si iniziò a parlare di SEO in real time.
Nel 2010 Social Signal considera i riscontri sui social media per aumentare il ranking di posizionamento.
Era il 2011 quando Panda penalizzava i siti con contenuti di bassa qualità o con troppi spazi pubblicitari; e Freshness premiava i siti con contenuti rivisti frequentemente.
Nel 2012 Penguin penalizza ancora di più le keywords e i backlink di dubbia provenienza o collegati a pagamento.
L’algortimo Google Search Plus con il quale i risultati di ricerca sarebbero stati condizionati dal grado di autorità e connessioni sociali con il social network Google Plus.
Nel 2013 Hummingbird (Colibrì) insieme al servizio My Answers, potenzia una delle caratteristiche principali di Google: la personalizzazione dei risultati in base alle ricerche del singolo utente.

Piccole considerazioni...

Non temete!! Esiste un modo per accertare la vera posizione del sito, indipendentemente dalla località, cronologia web e dalle ricerche precedenti?
Basta inserire un parametro all’indirizzo URL. Tale parametro &pws=0 , fa apparire i risultati della ricerca senza personalizzazioni.

Oggi digitiamo, clicchiamo, ricerchiamo senza pensare che dietro a queste azioni c’è un mondo in cui nessuna cosa è lasciata al caso. Possiamo ignorarlo e limitarci ad usarlo…sta di fatto che senza il nostro caro motore di ricerca non sapremmo nemmeno quanto tenere il nostro arrosto nel forno!

 

------
Credit Copertina 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Top