L'evoluzione di Google: le strategie SEO.

Nel precedente articolo, "L'Evoluzione di Google: non solo un motore di ricerca", vi ho fatto conoscere come si è evoluto il colosso di Mountain View, dal 2003 ad oggi. Come nel precedente, questo è un pezzo tratto dal libro di Francesco De Nobili e cerca di svelarvi e darvi maggiori informazioni su quelle che sono alcune strategie e tecniche legate alla SEO, uno dei principali servizi per far conoscere il proprio sito web. 

STRATEGIE SEO ONPAGE

Per promuovere e diffondere un nuovo sito o uno già esistente attraverso le tecniche SEO o di web marketing occorre prima di tutto, pianificare una STRATEGIA PRECISA. 
La variabile tempo è da tenere in considerazione per due motivi:
• 1. Il tempo che occorre per pianificare le varie attività di SEO e web marketing , cioè entro quanto tempo posizionare le parole chiave tra i primi 10 risultati o quanti nuovi visitatori del sito deve portare un’azione di web marketing. 
• 2. Il secondo aspetto riguarda il tempo necessario a svolgere tutte queste attività ed è quindi strettamente legato alle risorse che si hanno a disposizione.

Altre due caratteristiche fondamentali da tenere in considerazione per l’utilizzo delle parole chiave in un testo sono:

  • Densità
  • Prossimità 

È possibile quantificare la DENSITA’ come il risultato del rapporto tra il numero di volte che compare una parola chiave da utilizzare per il posizionamento sui motori di ricerca e tutte le altre parole presenti in una pagina web. Ovviamente occorre equilibrare le keyword con il resto del testo della pagina.

NON ESITONO NUMERI E REGOLE PRECISE

...soltanto un lavoro di equilibrio per riuscire a RIPETERE le parole chiave in modo da farsi notare da Google e allo stesso tempo mantenere il testo “naturale” e leggibile, curando da un punto di vista qualitativo i contenuti testuali.

Un'altra importante caratteristica è la cosiddetta PROSSIMITA' ovvero, la distanza delle parole chiave all'interno del testo. Google tende a posizionare tra i primi posti nelle SERP le pagine in cui due keyword sono riportate senza alcuna congiunzione o altra parola in mezzo.

Es.: se si cerca lavoro web, verrà posizionata meglio una pagina che utilizza come parole chiave nel titolo e nella pagina “lavoro web”, rispetto a una che utilizza”lavoro sul web” . 
Dopo aver ben appreso i concetti di densità e prossimità, è il momento di applicarli dal punto di vista tecnico, con l’ottimizzazione dei TAG.

TAG HTML

TAG HTML sono informazioni nascoste all’occhio del visitatore, ma contenute all’interno del codice HTML che permettono di comunicare agli Spider info aggiuntive su una pagina web o su un documento multimediale collegato. Per modificare o inserire questi tag è sufficiente salvare la propria pagina web e modificare il codice HTML attraverso un semplice editor di testo, come per esempio Block Notes.

TAG TITLE

Uno dei codici che più influenzano i motori di ricerca è il tag legato al titolo della nostra pagina web, cioè il tag title. Per questo, chi cura la scrittura di un testo web, deve iniziare fin da subito a pensare a contenuti testuali in ottica SEO.

Il META TAG DESCRIPTION

La parte del codice HTML che gestisce il campo di descrizione è chiamata description e oltre a curarla dal punto di vista comunicativo è bene prestare attenzione ad alcuni dettagli. Innanzitutto occorre prestare attenzione alla lunghezza della description sia al numero di parole da utilizzare, meglio non superare le 15 parole, sia il numero di caratteri.
GOOGLE cerca in questa porzione di codice HTML, info da mostrare in anteprima nel campo Snippet (lo snippet è un breve estratto di una pagina web indicizzata)

I TAG DI INTESTAZIONE

Questi tipi di tag permettono di dare maggiore importanza alle parole scelte all’interno dei tag anche agli occhi dei motori di ricerca.
È possibile organizzare un testo di una pagina web assegnando fino a 7 tag di intestazione in ordine d’importanza, dal tag H1 (obbligatorio) che generalmente viene collegato al titolo della pagina, fino ad arrivare al tag H7, assegnando viavia minor importanza ad altri parti del testo.

URL PARLANTE

È bene che gli indirizzi URL contengano sempre le parole chiave rilevanti per title, description e per i contenuti testuali. Per questo motivo vengono definiti in gergo URL “parlanti”.

OTTIMIZZARE IL NOME DEI FILE PDF

È importante adottare le stesse regole che sono state applicate per il nome della pagina, anche alcune risorse multimediali,come per esempio i file PDF.

OTTIMIZZARE LE IMMAGINI

Anche per le immagini esistono attributi che possono favorire il posizionamento di una pagina web sui motori di ricerca, ma per ottimizzarli è opportuno agire lato codice HTML.
Nello specifico occorre intervenire sugli attributi:
Alt: che permette di leggere i contenuti di una pagina web a persone con disabilità e nello specifico per comunicare i contenuti dell’immagine. 
TITLE: permette di mostrare un testo descrittivo al passaggio del mouse sopra l’immagine. Ovviamente le parole chiave utilizzate per indicizzarla dovranno essere coerenti con i contenuti dell’immagine.

OTTIMIZZARE I LINK

Anche i link inserito all’interno del sito possono essere ottimizzati, in maniera simile all’immagine, poiché anch’essi possono utilizzare l’attributo title, con la differenza che il testo descrittivo apparirà quando il mouse si posiziona sulle parole scelte per essere “linkate”. 
Di solito una buona strategia da utilizzare è quella di inserire nell’attributo title del codice HTML lo stesso scelto per essere linkato.

Questi sono i suggerimenti che ho ritenuto essere i più importanti e che scaturiscono dalla mia lettura. Per ulteriori chiarimenti consiglio di leggere il libro.
Che la SEO non fosse una “cosa” alla portata di tutti lo sapevamo già, ma grazie al libro di De Nobili è possibile prendere atto di come sia dura conquistare la “prima fila” di Google, come sia importante avere le competenze e le abilità che servono per ottenere i risultati desiderati.

 

Cristina Palazzo

Credit Copertina

Etichettato sotto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Top