Caso e Fortuna? Com'è nato Twitter.

 

Le idee, come i grandi amori, nascono all'improvviso, nel momento in cui meno te lo aspetti. Accadono così, un po' per caso e un po' per fortuna. Alcune delle Startup che hanno avuto poi un successo planetario, sono nate proprio perché, una serie di eventi fortuiti, hanno fatto in modo di far accendere la famosa lampadina al loro inventore. Anche se secondo me, sarebbe più consono chiamarli "assemblatori di strumenti e processi", perchè prendono oggetti e idee un po' di qua e un po' di là e li mettono insieme per creare nuove interazioni tra essi. Un visione cervellotica che forse è meglio racchiuderla nella parola inventore. 

Questi inventori, perciò, hanno da sempre avuto colpi di genio che gli hanno resi famosi e che hanno rivoluzionato un settore, come ad esempio Alfred Nobel che dal nulla, combinando la farina alla nitroglicerina, se ne uscì con una bomba tra le mani. 
Ma davvero nasce tutto per caso e fortuna? ...o c'è una dose molto alta di competenze e combinazioni cercate? 

 

Com'è nato Twitter?

Twitter Sulla Sabbia - Rosaura OchoaJack Dorsey, era un curiosono, per non chiamarlo proprio impiccione. Passava le giornata ad ascoltare le conversazioni della polizia alla radio, quelle del tipo "Volante Uno a Volante Due...c'è un tipo sospetto all'angolo tra la quinta e la sesta", gli piacevano così tanto che decise di riutilizzare lo stesso meccanismo per inviare ai suoi amici messaggi flash su cosa stesse facendo o dove stesse andando. Probabilmente doveva essere uno di quei amici pesanti a cui dopo un po' nessuno gli da ascolto, ma fatto sta che nel 2006 inventò Twitter e lanciò il suo primo "cinguettio" che prevede un testo molto corto (140 caratteri) e può essere comunicato in tutto il mondo. Quella invece degli hashtag è tutta un'altra storia, che potrete leggere in breve in questo articolo, fatta anch'essa di casualità ed eventi dai quali ne è conseguito poi un uso quotidiano. 

Attualmente sono migliaia gli utenti di tutto il mondo ad utilizzare questo strumento per dire ad amici, parenti e sconosciuti cosa stanno facendo in quel momento o cosa pensano di quell'argomento in questione, tra questi anche noi di CooBurn ci siamo, anche se ci piace cinguettare poco, preferiamo più il caro buon vecchio rivale Facebook

 

-----
Credit Foto

Etichettato sotto

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Top